TEATRO “TITO MARRONE” IL DIRETTORE GENERALE SMENTISCE NINO ODDO: NESSUN ACCORDO PER LA GESTIONE – PRIORITA’ AI COMUNI

In data 7 dicembre 2016 venivano riportate da giornali, tv e testate on line le dichiarazioni dell’on.le Nino Oddo, che l’Ente Luglio Musicale Trapanese avrebbe ottenuto l’affidamento diretto del teatro Tito Marrone da parte della Regione Siciliana. Per di più il Sindaco di Trapani Vito Damiano aveva nei mesi precedenti detto più volte di non essere disponibile a prendersi in co-gestione con il Comune di Erice il suddetto Teatro. Come associazione di tutela dei consumatori ed utenti, su questa vicenda l’Associazione CODICI ha voluto vederci chiaro ponendo alcune domande al Direttore Generale Giovanni Bologna allo scopo di chiarirne i contorni amministrativi.

Ieri è giunta la risposta del Direttore che smentisce totalmente quanto proclamato nei giorni scorsi dal Deputato Regionale Nino Oddo.

Infatti nella sua nota del 9.01.2017 dichiara il Direttore che: 1) non è stato raggiunto alcun accordo nella giornata del 6 dicembre 2016 teso all’affidamento dell’Ente Luglio Musicale Trapanese da parte della Regione Sicilia del Teatro in parola; 2) non verrà stipulata nessuna convenzione decennale SENZA ALCUN CANONE OD ONERE in favore della stessa Amministrazione regionale e senza costi per lo stesso Luglio Musicale.

Il Direttore conferma anche che il bene si trovi attualmente ancora nella disponibilità del Libero Consorzio Comunale (ex Provincia), e che sarà intendimento della stessa Regione, non appena in possesso del bene di che trattasi, soddisfare la domanda di cultura dell’intero territorio attraverso il PRIORITARIO INTERVENTO DELLA AMMINISTRAZIONI LOCALI  INTERESSATE.

La nota del Direttore Generale conclude precisando di essere a conoscenza  della nota prot. 24898 del 14.03.2016 del Sindaco di Trapani, nella quale lo stesso Damiano riferisce “di non essere interessato a qualsivogli affidamento fintanto che non verranno sanati i difetti strutturali evidenziati”.

Gli avvocati Manfredi Zammataro, Segretario regionale del CODICI Sicilia e l’Avv. Vincenzo Maltese, segretario provinciale del CODICI Trapani, si dichiarano pertanto soddisfatti.

«Non solo è stato confermato come è giusto che sia, che per quanto concerne la gestione debba esser data priorità alle richieste della Amministrazioni locali, cosa che Erice ha fatto dichiarandosi disponibile ad un affidamento ma che l’On.le Nino Oddo ha tentato maldestramente di impedire per noti motivi politici e propagandistici, ma Damiano dovrebbe spiegare ai trapanesi come si possa dire da un lato di non essere interessao come Sindaco ad una cogestione del Teatro mentre sarebbe disponibile a farlo nella qualità di Presidente dell’Ente Luglio Musicale ma in via esclusiva. Come se i costi e gli oneri non ricadessero ugualmente sui contribuenti trapanesi, essendo il Luglio una partecipata dal Comune di Trapani.

CODICI ha sempre sostenuto che il Luglio Musicale tuttalpiù potrebbe averne solo successivamente una gestione tecnico-artistica ,agari unitamente ad altre associazioni, ma è giuridicamente corretto, come confermato dal Direttore Genreale,  che siano gli Enti locali ad avere l’affidamento diretto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...