Scuole al freddo anche nel Trapanese: la denuncia di CODICI

Anche da Trapani parte la protesta per le condizioni climatiche inaccettabili alle quali sono costretti gli studenti di molti istituti scolastici della provincia siciliana.

L’Associazione Codici lancia l’allarme relativo alla situazione di alcune scuole, in cui non sarebbero attivi i riscaldamenti o lo sarebbero solo in parte e che ospiterebbero gli alunni, anche molto piccoli, in condizioni climatiche non accettabili, specie durante queste settimane di freddo particolarmente intenso, soprattuto in Sicilia.

                            

“Da diverse segnalazioni pervenute all’ Associazione CODICI – Centro per i Diritti del Cittadino- Sicilia abbiamo appreso che diversi Istituti scolastici si ritrovano senza i riscaldamenti ovvero risultino malfunzionanti nè abbiamo notizie che il Comune si sia attivato in tal senso per quanto di sua pertinenza, ovvero  se siano state effettuate per tempo tutte le necessarie verifiche e i consequenziali interventi di manutenzione agli impianti di riscaldamento dei plessi scolastici comunali,  nidi, asili e scuole elementari: tutte strutture che ospitano le fasce più giovani di studenti, bambini per i quali aumenta fortemente il rischio di incorrere in influenze e malanni.

Proprio in questi giorni, durante i quali le temperature hanno subito forti cali in tutt’Italia e soprattutto qui in Sicilia, toccando anche alcuni gradi sotto lo zero come evidentemente riportato dalla cronaca di questi giorni costellata di immagini di nevicate che non si sono limitate a colpire solo l’hinterland trapanese, sembra assurdo che non si garantisca gli studenti e gli insegnanti una temperatura accettabile.

Viste le emergenze di questi giorni, in cui il freddo è stato argomento centrale della discussione amministrativa, oltre che della cronaca, un simile ritardo non si spiega. Pertanto– dichiarano l’avv. Manfredi Zammataro, presidente di CODICI Sicilia e l’avv. Vincenzo Maltese per CODICI Trapani ci chiediamo come mai l’amministrazione comunale non abbia ancora provveduto, al rientro delle vacanze natalizie, a dotare le scuole del riscaldamento idoneo alla permanenza di studenti e di insegnanti anche nelle ore pomeridiane all’interno delle strutture scolastiche.

La salute dei più piccoli inoltre non va sottovalutata, concludono Zammataro e Maltese, soprattutto in periodi come quello invernale in cui epidemie ed influenze trovano maggiore diffusione“. L’associazione CODICI invita a segnalare ulteriori disservizi al 320.2281052 o scrivendo a: segreteria.sicilia@codici.org

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...