Operarono paziente alla gamba sbagliata: CODICI ammessa parte civile nel processo

Avv. Manfredi Zammataro (CODICI): “è davvero grave il comportamento tenuto dall’Azienda Sanitaria Garibaldi che non ha ritenuto di schierarsi al fianco della vittima presentando richiesta di costituzione di parte civile contro i due medici, suoi dipendenti, che sono accusati di aver compiuto un errore così palesemente grave nei confronti di una cittadina che si è rivolta alle cure dell’Ospedale”

***

Il presidente della seconda sezione del Tribunale di Catania ha stamane ammesso Il CODICI – Centro per i diritti del cittadino come parte civile al processo che avrà luogo contro i presunti responsabili dell’ennesimo caso di malasanità.

I fatti questa volta hanno riguardato due medici dell’azienda ospedaliera “Garibaldi” di Catania.

Ebbene, i dottori Domenico Borrello e Pietro Barbato, – se i fatti accertati dalla Procura dovessero trovare conferma in sede processuale – rischiano di essere condannati per aver compiuto un gravissimo errore medico: sono infatti imputati per aver compiuto un intervento di ricostruzione del legamento del ginocchio sinistro (perfettamente sano) anziché su quello destro, con conseguenze disastrose sulla salute della paziente in questione.

Paziente alla quale è stato diagnosticato un indebolimento ormai permanente del ginocchio sinistro dovuto proprio all’intervento in questione.

Siamo contenti della scelta  del Tribunale di Catania di ammettere come parte civile al processo la nostra Associazione, che da anni si occupa di casi di malasanità ricevendo giornalmente nei nostri sportelli sparsi sul tutto il territorio regionale numerose segnalazioni e assistendo legalmente le vittime di negligenza medica” ha dichiarato l’avv. Manfredi Zammataro, presidente del CODICI – Centro per i diritti del cittadino – Sicilia che oggi era in aula in rappresentanza dell’associazione “Si tratta di un importante riconoscimento del nostro operato a tutela degli utenti del Servizio Sanitario Nazionale. Tuttavia, va sottolineato come sia davvero grave il comportamento tenuto dall’Azienda Sanitaria Garibaldi che non ha ritenuto di schierarsi al fianco della vittima presentando richiesta di costituzione di parte civile contro i due medici, suoi dipendenti, che sono accusati di aver compiuto un errore così palesemente grave nei confronti di una cittadina che si è rivolta alle cure dell’Ospedale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...