CODICI: ancora una sentenza sulle piaghe da decubito Un nuovo caso di ordinaria malasanità: dopo Roma, Milano e Benevento, anche il Tribunale di Varese riconosce la responsabilità degli Enti ospedalieri per l’insorgenza delle piaghe da decubito nei pazienti in cura, condannato le strutture sanitarie al risarcimento di tutti i danni!

Secondo il CODICI: lì 88 % degli anziani ospedalizzati over 65 sono vittime di questo grave atto di malasanità! 

Contro il degrado della sanità CODICI rilancia la campagna contro le piaghe da decubito nelle strutture sanitarie

Il problema delle piaghe da decubito è uno dei grandi mali dell’assistenza ospedaliera.

Pur conosciute e note per la loro pericolosità sulla salute della persona, in quanto il problema si pone soprattutto per soggetti allettati o privi di conoscenza e quindi in situazione di spiccata debolezza, si approvano protocolli di buone pratiche cliniche che non si applicano.

Da tempo, l’Associazione CODICI ha intrapreso questa lunga battaglia di civiltà contro l’incuria dei dirigenti ospedalieri, che ignorano il problema perché impuniti sino ad ora.

Dopo le sentenze dei Tribunali du Roma, Benevento e Milano anche il Tribunale di Varese ritiene sussistere la responsabilità dell’ospedale quando, per negligenza nell’assistenza, fa insorgere piaghe da decubito nei malati allettati soprattutto quando sono anziani e maggiormente indifesi.

Con una sentenza del Tribunale di Varese si conclude infatti la lunga battaglia di Codici al fianco dei familiari di un cittadino vittima di malasanità. L’ospedale di Varese, Fondazione Macchi infatti, viene riconosciuto colpevole di gravi negligenze nei confronti del suddetto paziente e responsabile dell’insorgenza e della inadeguata cura delle piaghe da decubito. La famiglia si è rivolta all’Associazione Codici per ottenere giustizia e una condanna che affermasse senza se e senza ma la responsabilità degli operatori sanitari per le lesioni da decubito.

L’ospedale è ritenuto responsabile di una lesione grave e permanente all’integrità psico-fisica del paziente e di un danno ai parenti più stretti, che hanno assistito con grande sofferenza al calvario del padre sopportandone le conseguenze morali e materiali. I giudici varesini hanno riconosciuto così la totale inefficienza da parte dell’Ospedale che avrebbe procurato con sofferenza, senza invece prevenirle, lesioni cutanee da pressione.

Sono anni che il CODICI denuncia la scarsa qualità assistenziale erogata dall’ospedale Niguarda ed ha intrapreso diverse iniziative per verificare le segnalazioni dei pazienti indignati che lamentavano una scarsa assistenza. Fin dal 2009, quando fu costretto a chiedere l’intervento del TAR per conoscere se e quali procedure l’Ospedale adottasse per l’assistenza alle persone allettate croniche e non autosufficienti.

L’Associazione CODICI ha avviato una campagna di informazione, assistenza e tutela del cittadino contro la cattiva assistenza ospedaliera.

Nell’ambito di questa campagna numerose persone si sono rivolte a CODICI per vedersi tutelare il loro diritto alla salute.

Il problema delle piaghe da decubito nei malati ospedalizzati è una vera “piaga” dell’assistenza sanitaria – dichiarano gli avvocati Ivano Giacomelli e Manfredi Zammataro – rispettivamente Segretario Nazionale e Regionale del CODICI, e deve essere combattuta con forza e senza tentennamenti. Se compaiono significa che ci troviamo di fronte ad una pessima assistenza sanitaria. Le piaghe da decubito sono un problema ad alto impatto sociale: le previsioni dicono che 1 adulto anziano su 4 soffrirà di ulcere da pressione.

Meno autosufficiente è la persona malata, più è elevato il rischio di lesioni da decubito, più gravi sono le ulcere che si determinano, e più difficile è la guarigione. Una nostra indagine sui nosocomi romani ha rilevato che l’incidenza delle piaghe da decubito sui malati ospedalizzati è circa del 21.5%.

Le piaghe da decubito non sono una patologia, ma una condizione che insorge in pazienti ospedalizzati ai quali non viene data la dovuta assistenza.

Quello che deve essere combattuto è l’indifferenza delle strutture sanitarie di fronte a questo grave problema e l’ignoranza di chi dovrebbe occuparsi di assistere il malato e non lo fa. La difficoltà di riconoscere la responsabilità e la mancanza di norme sanzionatorie specifiche, ha permesso che si creasse una diffusa impunità che, oggi è venuta meno con la sentenza del Tribunale di Milano.

Il CODICI resta a disposizione di tutti i cittadini che vogliano segnalare il proprio caso attraverso la nostra “Campagna contro le piaghe da decubito” scrivendo a: segreteria.sicilia@codici.org o telefonando al 320.2281052

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...